giovedì 19 giugno 2008

Chorus

Era stata dura, non si lavava da 27 giorni, nugoli di insetti impazziti vorticavano attorno alle luci perimetrali del carcere femminile quando, estratto il suo organo riproduttore rapidamente lo scappellò, dallo spesso strato di smegma si alzarono, visibili miasmi ed umori che andarono a saturare l'aria umida della tiepida notte estiva.
Dapprima lentamente poi in un crescendo vaghneriano dalle finestre munite di sbarre della casa circondariale si alzarono degli ululati che rapidamente si fusero in un canto di dolore e desiderio, era nato il coro a capella.

4 commenti:

Jean du Yacht ha detto...

Il coro a capella solitamente consta di 5 movimenti:
INTRODUZIONE
ALLEGRO ANDANTE CON BRIO
VIVACE ASSAI
RONDO'
RIPOSO (CON o SENZA SIGARETTA)
In alcuni casi ci può essere un 6° movimento: LO SCHERZO (dopo ca. 9 mesi)
p.s.: vattla pià in tel buson, cagun!

Rhana ha detto...

Hai toccato i vertici della bassezza. Chapeau (nel senso di cappellO)

Haemo Royd ha detto...

E se il coro a capella fosse costituito da gay (se poveri si chiamano froci)lo scherzo in cosa consisterebbe anche tenuto conto che a mi nu me piaxe u risu?

Jean du Yacht ha detto...

Tenuto conto belin che a lei non Ci piace il riso, può andarsi a mangiare una esimia merda! (da leggersi con forte accento genovese).