sabato 1 novembre 2008

Mascara

Ma come, disse lui, con la voce già arrochita dal piacere, ti metti il mascara anche lì ?

Beh, disse lei con voce sensuale, mi piace essere in ordine, ovunque.

E mentre si faceva travolgere dalle ondate di piacere che la sua lingua gli provocava ripensava che tutto sommato aver pulito in fretta il pennellino del mascara negli slip, mentre lui entrava in camera, non avendo trovato un kleenex, era stata davvero un'idea geniale.

5 commenti:

Pipoca ha detto...

:))
fantastica !

e se mi è permesso...

*

parte II

e piano piano, dopo il mascara, mentre lui le leccava tutto il resto del corpo profumatissimo, deglutì creme, profumo, rossetto, anticellulite, antismagliature, crema per gomiti alla vaniglia fruttata, collagene, fondotinta al peperoncino, cipria, crema rassodante al cacao e botox.

fu ricoverato d'urgenza per avvelenamento, seguì lavanda gastrica.

Riyueren ha detto...

Fantastiche tutte e due! Prima e seconda parte. :))) Un abbraccio.

Porporina ha detto...

Beh, prima che gli applicassero la maaschera d'ossigeno sul viso poteva, per vendetta, azzannarle una tetta e farle esplodere il silicone, tiè!

Haemo Royd ha detto...

Le ondate di piacere si trasformarono così in una tempesta: " Strano non ho mai sofferto di mal di mare!" pensò lui mentre il Botox gli irrigidiva la lingua mutandolo nella mucca di Ghuernica e la nausea lo travolgeva.

Visir ha detto...

Era certo la crema rassodante al peyote che gli colorò la vista di fantasmogoriche tinte flou.

Poi mentre si rialzava i pantaloni dopo l'atto consumato un grosso coniglio bianco alto due metri (un puka certamente) gli batte la spalla e disse con voce flautata: "Bravo, hai fatto del tuo meglio anche se io preferisco le conigliette di playboy".
Lui gli sorrise patecipe e svenne.