mercoledì 18 febbraio 2009

San Valentino (2)

Le procurò delle gravi ferite colpendola con la pizza rinficoseccolita dalla eccessiva permanenza in forno, dovuta al suo ritardo, essendosi fermato a comprarle dei fiori, a cui lei era allergica.

3 commenti:

Tarkan ha detto...

Ah l'amour!

Visir ha detto...

Le scelte e la tempistica con cui sono fatte sono determinanti nella vita.
Tu metti nel forno due temi, già di per sé, scottanti: la sincronicità e la consapevolezza. Esse regolano la nostra esistenza intrecciandosi in una interdipendenza che lascia poco spazio al caso ma anche alla nostra capacità previsonale.
Ecco che la celebrazione fornisce l'occasione a queste due componenti di manifestarsi.
Nell'apparire della sofferenza si scorge il risultato di una azione fuori sincrono ed incosciente.
Mirabile affresco didascalico dei rapporti di coppia.
Certo volevi significare questo. :)

Haemo Royd ha detto...

Poi la fame ebbe il sopravvento e mangiò la pizza. Ne ebbe tremende coliche a causa delle quali morì.
Chi di pizza ferisce di pizza perisce...