lunedì 4 agosto 2008

Afrorismi V parte II


Pin-Nao era intento al riposo tantrico. Nulla era rivelatrice di tale pratica interiore, tranne una vistosa protuberanza pubalgica che si stagliava oltre il profilo delle lenzuola e dei broccati finissimi che lo avvolgevano.

Il suo "chi" guerriero però lo avvisò di una presenza destandolo in un nanosecondo.

Lenta e sinuosa una dama dell'harem stava scivolando vicino al suo letto.
Ratto il maestro l'afferrò per la collottola e l'apostrofò soave con la sua voce flautata: "Che cazzo vuoi?"
La giovine, sapientemente discinta si gettò carponi e squittì: "La Signoria Vostra è invitata nell'harem. Stanotte la prediletta del Sultano non riesce a dormire e si dice che ella conosca modi piacevoli per far passare le lunghe notti insonni".

Dicendo ciò l'ancella guardò virginalmete a terra, ma lasciò scorrere verso il basso la spallina che sosteneva il corpetto. Scoprendo così di poco, ma oltre la decenza, la piega fra i seni grandi e perfetti.

Pin- Nao grugnì.
Segno inecquivocabole di accondiscendenza.

"Ho bisogno però del mio fido nipote Pi-Nin come collaboratore" Disse, rivolto alla pulzella, la quale risollevato lo sguardo, non staccava gli occhi dal Drago Pulsante del risvegliato.
Egli indossava solo un paio di pantaloni di seta bianca, ora accorciatisi notevolmente.
"Ogni suo desiderio verrà esudito, Glande Maestro" Disse, la lasciva con un guizzar di lingua fra i denti bianchi come perle Akoya giapponesi.
Lui non rispose se non con un sospiro baritonale, ma una goccia di sudore scivolò lungo la sua fronte, raccontando di quanto sforzo gli richiedesse non cedere al proibito.

I lunghi e lignei corridoi della reggia fecero eco ai passi felpati dei tre figuranti, diretti alle porte dell'harem.
"Dove andiamo maestro?" chiese Pi-Nin che come suo solito non capiva una cippa di minchia.

"Taci e cammina, questa notte è foriera di novità" Eruppe scostante Pin-Nao.
"Ma io dormivo, o saggio, sognavo Poun-Pin" Protestò quell'anima bonsai di Pi-Nin.
Pin-Nao, rapido come minzione di tigre, affibiò all'alievo un tremendo scappellotto, facendolo ribaltare su se stesso di 360° in un pefetto "turnè".

Poi finalmente giunti, le porte del paradiso si aprirono ai loro occhi attoniti.

Continua...

9 commenti:

Haemo Royd ha detto...

L'oriente mi è sempre piaciuto, adoro questa poesia intrinseca alle cose, come i pantaloni accorciati.
P.S. e l'eunuco cattivo?

Jean du Yacht ha detto...

In una rappresentazione teatrale di questi splendidi aforismi mi piacerebbe interpretare Pi-Nin, che non capirà una cippa di minchia ma se Pin-Nao chiede il suo aiuto un motivo ci sarà. E vedrei bene Porporina nella parte della prediletta del sultano e Bluvulvet come dama dell'harem.
Visir Pin-Nao? O.K.
Resta libera la parte dell'eunuco cattivo...
p.s.: cazzo è il "pefetto turnè"?

Fosca Barberini ha detto...

grazie Visir per aver visitato il mio blog e per il commento generoso al mio articolo,amo molto la natura e tutto ciò che a lei è stato dedicato,purtroppo in tempi ormai remoti...fosca

Visir ha detto...

Di nulla.
Consiglio la lettura anche ai miei compagni di merenda coautori di questo blog di simpatici fuori di testa.

Visir ha detto...

L'eunuco cattivo io lo farei fare a De Pretis che nell'immaginario visiriano impersona il peggio del peggio, l'apoteosi del male.
Come dice il figlio di tre anni di un mio caro amico quando vuole esprimere la bassezza più abberrante, dice semplicemente: "Wetto!"
Ecco, direi che il "wetto De Pretis" potrebbe incarnare il malevolo eunuco.

Che ne dite?

Haemo Royd ha detto...

L'eunuco è malevolo non per indole ma perchè gli hanno tagliato le palline, c'e' sempre un motivo nelle cose, Il drago di S. Giorgio mentre stava per essere ucciso disse:"Risparmiami ti prego, ho avuto un'infanzia terribile, quando ero piccolo la mia mamma fuggì con un mostro marino"

Visir ha detto...

La sua unica cattiveria è di essere troppo buono esimio dottor Royd

Fosca Barberini ha detto...

sono d'accordo con te caro Visir (consentimi il caro..)il dottore è troppo buono...;)))fosca

Jean du Yacht ha detto...

Sono commosso, io un dottore così buono non l'ho mai visto! Sigh Sigh.:-(